Ricorso riconoscimento Carta docente ai Docenti precari

A cosa serve il ricorso Carta Docenti?

Con la recente sentenza del 27 ottobre 2023, a conferma di quanto già precedentemente stabilito dal Consiglio di Stato e da centinaia di pronunce del Giudice Ordinario, la Corte di Cassazione ha riconosciuto illegittima e discriminatoria l’esclusione dei docenti precari dall’erogazione della cd. Carta del docente, e, conseguentemente, ha esteso il diritto ad usufruire del beneficio economico del bonus di euro 500,00 annui previsti per l’aggiornamento e la formazione degli insegnanti, anche in favore dei precari che abbiano stipulato con l’Amministrazione diversi contratti a tempo determinato.

A tal riguardo, pertanto, per i docenti che abbiano prestato servizio per diverse annualità, anche con contratti separati (a spezzoni) per almeno 180 giorni per anno scolastico, è possibile avanzare ricorso per il riconoscimento della Carta Docente innanzi al Tribunale ordinario, chiedendo il riconoscimento del diritto a percepire la somma per ciascun anno scolastico di servizio, per gli ultimi 5 anni. Pertanto, è possibile richiedere il riconoscimento del Bonus di 500 euro, sin dall’a.s. 2018/2019, laddove ne ricorrano i presupposti.

Lo Studio Legale Marone ha avviato, quindi, le adesioni al ricorso innanzi al Tribunale ordinario in funzione di Giudice del Lavoro, finalizzato al riconoscimento del diritto all’erogazione della carta docenti in favore dei docenti precari che abbiano prestato servizio in una scuola pubblica.

Entro quale termine si può aderire al ricorso?

Il termine per l’adesione è per il giorno 23 giugno 2024, entro cui la documentazione può essere inviata allo Studio Legale Marone.

In ragione dell’emergenza COVID, la documentazione può essere inviata a mezzo email all’indirizzo adesioni@studiomarone.com. Successivamente al periodo emergenziale, qualora necessario, Le comunicheremo le modalità per l’invio della documentazione in originale.

Oppure, se preferisce, può consegnare la documentazione personalmente presso una delle nostre Sedi:

  • a Napoli in Via Luca Giordano n. 15 (80127 Napoli) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19;
  • a Milano in Largo Francesco Richini n. 6 (20122 Milano) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18;
  • a Roma in Via Antonio Salandra n. 18 (00187 Roma) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17;
  • a Salerno in Via Francesco Galloppo n. 27 (84128 Salerno) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19;
  • a Nola (NA) in Via Giacomo Imbroda n. 67 (80035 Nola) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 19;
  • a Aversa (CE) in Via G. Verdi n. 13 (81031 Aversa) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9,30 alle 12,30 e dalle ore 16 alle 19;
  • a Cassino (FR) in via E. De Nicola n. 162 (83043 Cassino) il giovedì dalle 16:00 alle 19:00.

Quanto costa il ricorso?

L’adesione e la presentazione del ricorso carta docenti sono gratuiti, come precisato nella email informativa. Solo in caso di vittoria, è dovuto il compenso di euro 100, incluso IVA e CPA, senza ulteriori oneri a carico del ricorrente (clausola success free).

Per maggiori informazioni La invitiamo a richiedere la documentazione completa compilando il form di contatto.

Come aderire al ricorso Carta Docente?

Per aderire al ricorso, compili il form in basso per la richiesta informazioni, o chiami allo 0812298320 o 0280889115 o 0621119564 0890978347 o 07761666268, e riceverà tutta la documentazione e le istruzioni.

L’adesione al ricorso non comporta l’obbligo di iscrizione a nessun sindacato e/o associazione.

Si precisa che la presente informativa e pagina web annulla e sostituisce la precedente.

Richiedi informazioni per aderire al Ricorso

    Per aderire al ricorso, compili il form in basso per la richiesta informazioni, o chiami al 0812298320 o 0280889115 o 0510216438 o 0621119564 o 0808807328 o 0890978347 o 08231608874 o 08251687034, e riceverà tutta la documentazione e le istruzioni.

    L’adesione al ricorso non comporta l’obbligo di iscrizione a nessun sindacato e/o associazione.






    Le nostre sedi

    Ecco tutte le nostre sedi