Inserimento GPS di Prima fascia per Abilitati all’estero non riconosciuti

A cosa serve il ricorso?

In relazione al Decreto per l’aggiornamento delle GPS, in corso di pubblicazione, si rappresenta che sarà impedito l’inserimento nelle GPS di Prima fascia per coloro che non abbiano presentato la Domanda di riconoscimento del titolo di abilitazione (o sostegno) conseguito all’estero (come ad esempio in Romania o in Spagna) almeno 120 giorni prima della richiesta di inserimento in GPS (la cui finestra sarà aperta per maggio/giugno).

Pertanto, tutti coloro che hanno conseguito il titolo di abilitazione all’estero, in qualsiasi Paese, che abbiano presentato domanda di riconoscimento dopo il mese di Dicembre 2021, saranno esclusi dalle GPS di Prima fascia, creando un’evidente disparità di trattamento con gli altri docenti che hanno conseguito il titolo abilitante negli anni precedenti, a cui è stato riconosciuto il diritto di iscrizione nelle GPS di Prima fascia, e nella fascia aggiuntiva per il sostegno.

Quali sono i requisiti?

Il presente ricorso, quindi, è rivolto agli abilitati all’estero, in attesa di riconoscimento, che abbiano presentato, o che debbano ancora presentare, la Domanda di riconoscimento in Italia, per la classe di concorso o per il sostegno, dopo il 1 gennaio 2022, e che intendano inserirsi nelle GPS di Prima fascia a partire dal prossimo anno scolastico.

Entro quale termine si può aderire al ricorso?

Il termine per l’adesione è per il giorno 1 Giugno 2022, entro cui la documentazione può essere inviata allo Studio Legale Marone.

In ragione dell’emergenza COVID, la documentazione può essere inviata a mezzo email all’indirizzo adesioni@studiomarone.com. Successivamente al periodo emergenziale, qualora necessario, Le comunicheremo le modalità per l’invio della documentazione in originale.

Oppure, se preferisce, può consegnare la documentazione personalmente presso una delle nostre Sedi:

  • a Napoli in Via Luca Giordano n. 15 (80127 Napoli) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19;
  • a Milano in Largo Francesco Richini n. 6 (20122 Milano) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18;
  • a Roma in Via Antonio Salandra n. 18 (00187 Roma) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17;
  • a Salerno in Via Tommaso Prudenza n. 7 (84131 Salerno) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19;
  • a Nola (NA) in Via Giacomo Imbroda n. 67 (80035 Nola) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 19;
  • a Aversa (CE) in Via G. Verdi n. 13 (81031 Caserta) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9,30 alle 12,30 e dalle ore 16 alle 19.

Quanto costa il ricorso?

Il costo del ricorso è pari ad euro 220,00 (euro 200,00 per gli iscritti alla Uil scuola Campania o iscritti alle Associazioni convenzionate) senza ulteriori oneri, e può essere corrisposto a mezzo Bonifico Bancario.

Come aderire?

Per aderire al ricorso, compili il form in basso per la richiesta informazioni, o chiami al 0812298320 o 0280889115 o 0510216438 o 0621119564 o 0808807328 0890978347 08231608874 08251687034, e riceverà tutta la documentazione e le istruzioni.

L’adesione al ricorso non comporta l’obbligo di iscrizione a nessun sindacato e/o associazione.

Richiedi informazioni per aderire al Ricorso

    Per aderire al ricorso, compili il form in basso per la richiesta informazioni, o chiami al 0812298320 o 0280889115 o 0510216438 o 0621119564 o 0808807328 o 0890978347 o 08231608874 o 08251687034, e riceverà tutta la documentazione e le istruzioni.

    L’adesione al ricorso non comporta l’obbligo di iscrizione a nessun sindacato e/o associazione.






    Le nostre sedi

    Ecco tutte le nostre sedi

    Open chat