Home / Ricorsi archiviati / Ricorso Sentenza Corte Giustizia Europea 2014

Ricorso Sentenza Corte Giustizia Europea 2014

A cosa serve il ricorso?

In relazione alla recente sentenza della Corte di Giustizia Europea, con la quale è stato riconosciuto il diritto dei docenti precari con determinati requisiti ad ottenere l’inserimento in ruolo, lo Studio legale Marone ha avviato la raccolta delle adesioni per la predisposizione del ricorso innanzi al Tribunale ordinario, in sezione Lavoro, competente.

A chi è rivolto il ricorso?

Possono aderire al ricorso i docenti precari che abbiano ricevuto incarico di docenza, sia da Graduatoria ad Esaurimento che da Graduatoria di Istituto:

  • per la durata di almeno 12 mesi all’anno, per 3 anni scolastici anche non consecutivi, pari a 36 mesi complessivi;
  • per la durata di almeno 3 anni scolastici, pari a 180 giorni per anno scolastico, anche non consecutivi. Per coloro che hanno maturato almeno 180 giorni per ogni anno scolastico, si evidenzia che la sentenza della Corte di Giustizia europea non accorda una tutela specifica a tale ipotesi, bensì rinvia alla normativa nazionale. A parere dello scrivente Studio legale, considerato che la normativa nazionale accorda a coloro che hanno svolto incarichi di docenza per almeno 180 giorni tutti i diritti riconosciuti per l’intero anno scolastico (punteggio, ecc…), la sentenza della Corte europea può riguardare anche coloro che sono in tale condizione;

I contratti sottoscritti con scadenza al 30 giugno dell’anno scolastico, sono da intendersi sino al 31 agosto come ripetutamente già riconosciuto da numerose sentenze. Pertanto, ai fini del computo dei requisiti per l’adesione al ricorso, i contratti con scadenza 30 giugno, devono essere considerati sino al 31 agosto.

Inoltre, si precisa che:

  • ai fini della maturazione del servizio di 36 mesi (o di 180 giorni per anno scolastico per 3 anni scolastici), i servizi prestati in ogni anno scolastico, anche su classi di concorso diverse, sono cumulabili;
  • possono aderire al ricorso tutti i docenti che abbiano maturato il servizio su qualsiasi classe di concorso, incluso il sostegno;
  • con il ricorso viene richiesto il riconoscimento del diritto all’immissione in ruolo dei ricorrenti, e, qualora ne ricorrano le condizioni, il risarcimento del danno;
  • possono aderire anche coloro che hanno maturato il servizio ‘misto’: ad esempio 12 mesi per un a.s. e 180 giorni all’anno per 2 anni scolastici;
  • per coloro che maturano il servizio richiesto nell’a.s. 2014/2015, sarà predisposto un ulteriore ricorso entro il mese di maggio 2015.

Quale documentazione è necessaria per aderire al ricorso?

Tutta la documentazione necessaria per aderire al ricorso sarà inviata a mezzo e-mail a coloro che ne faranno richiesta compilando il form sottostante.

Entro quale termine si può aderire al ricorso?

La suindicata documentazione può essere consegnata, entro il termine del 3 aprile 2017 (data di spedizione) presso lo Studio Legale Guido Marone.

Lo Studio Legale Guido Marone mette a disposizione dei propri Clienti il ritiro della documentazione presso il domicilio del ricorrente GRATUITAMENTE. Per richiedere il ritiro della documentazione, seguire le istruzioni e compilare il form all’indirizzo: http://www.leggescuola.it/richiesta-ritiro-documenti-ricorso-scuola/

Oppure, se preferisce, può consegnare la documentazione personalmente presso una delle nostre Sedi:

  • a Napoli in Via Luca Giordano n. 15 (80127 Napoli) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19;
  • a Roma in Via Antonio Salandra n. 18 (00187 Roma) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17;

oppure può inviarla a mezzo raccomandata 1 ad uno dei suddetti indirizzi.

Come aderire?

Per aderire al ricorso, compili il form in basso per la richiesta informazioni, oppure chiami al numero 081.199 79 548 o allo 06.422 722 94, e riceverà tutta la documentazione e le istruzioni.

L’adesione al ricorso non comporta l’obbligo di iscrizione  a nessun sindacato e/o associazione.