Home / Ricorsi archiviati / Concorso Docenti 2018 – Fase Transitoria – Adesione Settembre 2018

Concorso Docenti 2018 – Fase Transitoria – Adesione Settembre 2018

A cosa serve il ricorso?

In relazione al al Concorso Docenti 2018 – Fase Transitoria (consistente in una prova orale non selettiva), il Consiglio di Stato ha rilevato l’incostituzionalità del Bando concorsuale nella parte in cui riserva la partecipazione ai soli docenti abilitati, considerato che il MIUR non ha mai realmente permesso a tutti gli aspiranti docenti la partecipazione alle procedure abilitanti.

Tale decisione del Giudice amministrativo, a nostro avviso, dovrebbe permettere la partecipazione, seppur con riserva, di tutti i docenti non abilitati, che, allorquando la Corte costituzionale confermi la valutazione del Consiglio di Stato, saranno poi ammessi a pieno titolo.

Pertanto, alla luce di quanto sopra riportato, lo Studio Legale Marone ha avviato le adesioni per la proposizione di un ricorso innanzi al TAR, che sarà avanzato avverso gli elenchi degli ammessi alle prove suppletive al fine di ottenere la Sua ammissione alle medesime prove. Si precisa, al riguardo, che la presente azione, seppur potrebbe essere considerata tardiva per l’impugnativa del Bando concorsuale (pubblicato in data 16.2.2018), costituisce, a nostro avviso, l’unico possibile ricorso per poter richiedere, laddove accolto, l’accesso alle prove concorsuali per coloro che non hanno avanzato ricorso precedentemente.

Quali sono i requisiti?

Possono, quindi, aderire al ricorso tutti gli aspiranti docenti:

  • Laureati, indipendentemente dall’anno di laurea, privi di abilitazione all’insegnamento;
  • Diplomati ITP.

Si precisa, inoltre, che per aderire al ricorso NON E’ NECESSARIO aver già maturato servizio di insegnamento. Possono aderire anche i docenti attualmente non inseriti in alcuna graduatoria.

Entro quale termine si può aderire al ricorso?

Il termine per l’adesione è per il giorno 24 ottobre 2018 (data spedizione), entro cui la documentazione può essere consegnata presso lo Studio Legale Marone.

Lo Studio Legale Guido Marone mette a disposizione dei propri Clienti il ritiro della documentazione presso il domicilio del ricorrente GRATUITAMENTE.
Per richiedere il ritiro della documentazione, seguire le istruzioni e compilare il form all’indirizzo: http://www.leggescuola.it/richiesta-ritiro-documenti-ricorso-scuola/

Oppure, se preferisce, può consegnare la documentazione personalmente presso una delle nostre Sedi:

  • a Napoli in Via Luca Giordano n. 15 (80127 Napoli) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19;
  • a Milano in Largo Francesco Richini n. 6 (20122 Milano) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18;
  • a Bologna in Viale Angelo Masini n. 12 – 6° piano (40126 Bologna) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18;
  • a Roma in Via Antonio Salandra n. 18 (00187 Roma) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 17;
  • a Bari in Via Niccolò Piccinni n. 65 (70122 Bari) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19;
  • a Palermo in Via del Fervore n. 15 (90141 Palermo) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18;
  • a Avellino in Via Fratelli Urciuoli n. 4 (83100 Avellino) tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 19;
  • a Nola (NA) in Via Giacomo Imbroda n. 67 (80035 Nola) nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 19;

oppure può inviarla a mezzo raccomandata 1 presso la sede di Napoli (Via Luca Giordano n. 15 – 80127 Napoli).

Quanto costa il ricorso?

Il costo del ricorso è pari ad euro 180,00 (euro 150,00 per gli iscritti alla Uil scuola Campania) senza ulteriori oneri, e può essere corrisposto a mezzo Bonifico Bancario.

Come aderire?

Per aderire al ricorso, compili il form in basso per la richiesta informazioni, o chiami al 0812298320 o 0280889115 o 0510216438 o 0621119564 o 0808807328 o 0919826320 o 08251687034, e riceverà tutta la documentazione e le istruzioni.

L’adesione al ricorso non comporta l’obbligo di iscrizione  a nessun sindacato e/o associazione.